Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Aquila
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Testo
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - Home
Proteo
Proteo
entra/registrati
Il catasto grotte
Elenco grotte
Ricerca semplice
Ricerca su mappa
Segnala cavità
Aggiorna cavità
Conversione coordinate

Catasto Speleologico Regionale del Friuli Venezia Giulia

Home » Il catasto grotte

Cavità n° 4215 - Grotta del Paranco

Opzioni cavità:

Nomi e numeri catastali
Nome principale Grotta del Paranco
Nome principale sloveno
Numero catasto 4215
Numero catasto storico 5335VG
Numero totale ingressi 1

Posizione ingresso principale
Presenza targhetta Si
Area geografica Carso Triestino
Provincia Trieste
Comune Sgonico / Zgonik
Tipo carta 1:5.000
Carta CTRN 1:5.000 110063 - Borgo Grotta Gigante
Tipo posizione Aggiornamento Posizione
Metodo rilevamento STRUMENTALE -> GPS
Latitudine Gauss-Boaga 5063297,8
Longitudine Gauss-Boaga 2423627,0
Latitudine WGS-84 45° 42' 58,7461" (45,71631836)
Longitudine WGS-84 13° 45' 41,8465" (13,76162403)
Latitudine UTM WGS-84 5063275,0
Longitudine UTM WGS-84 403621,0
Quota ingresso 285
Data esecuzione posizione 19-10-2014
Affidabilità posizione Da verificare
Stato ingresso Agibile
Dimensione stimata ingresso 1.40x1.20 m
Tipo ingresso Cunicolo
Profondità pozzo d'accesso
Autore posizione Gherlizza Franco
Gruppo appartenenza CAT - Club Alpinistico Triestino
Caratteristiche
Sviluppo planimetrico 180
Sviluppo spaziale
Estensione
Volume
Metodo calcolo volume
Dislivello positivo
Dislivello negativo 40
Dislivello totale 40
Quota fondo 245
Vincolo paesaggistico No
Stato della cavità
Esplorazione in corso
Prosecuzioni
Cavità distrutta
Ostruzioni interne
Cavità attrezzata
Introvabile
Descrizione
Breve descrizione del percorso d'accesso L'imbocco è situato ad una quindicina di metri dall'Abisso del Colle Pauliano (25/3VG), poco sopra lo stesso, sul lato Sud della dolina.
Descrizione dei vani interni della cavità Il cunicolo iniziale, alto in media 1m circa, sfocia in un vano alto 2-3m e largo 5, in forte pendenza. Dopo una decina di metri la galleria presenta bell'esempio di canale di volta.
Ad una ventina di metri dall'ingresso il suolo, ricoperto da uno spesso strato di fine terriccio, diventa pianeggiante; dal soffitto pendono alcuni cannelli. La galleria, larga mediamente 5m ed alta 3, si amplia formando un ampio vano il cui suolo è invaso da blocchi di piccole dimensioni, in parte cementati da un sottile strato di calcite. Una grande colata riduce sensibilmente la sezione della galleria. Sulla sinistra, uno stretto passaggio sfocia sulla sommità di un breve salto; dopo pochi metri, costeggiando la colata calcitica, la cavità presenta una sala i cui assi maggiori misurano 10mx5m. Uno stretto passaggio, largo 1m ed alto appena 40cm, immette nell'ambiente più vasto della cavità, che misura 40m di lunghezza per una larghezza che varia dai 10 ai quasi 15m. Dal soffitto pendono lunghi ed esili cannelli ed imponenti gruppi di colonne sembrano sostenere la volta che, per una trentina di metri, si mantiene alta mediamente dai 4 ai 7 metri, per poi innalzarsi bruscamente fino ai 15-17m. In questo punto lo spessore di roccia che separa la cavità dall'esterno è sicuramente inferiore ai 5m. Il suolo di questa ampia caverna è ricoperto da uno spesso strato di calcite, ed è complicato da numerose vaschette, formazioni stalagmitiche ed imponenti tronconi colonnari, caduti orizzontalmente e cementati al terreno. Al centro della caverna, in corrispondenza di un camino, si innalza per circa 5m un tozzo gruppo stalagmitico.
La cavità prosegue in direzione Sud con uno stretto cunicolo ricavato tra la roccia e la colata calcitica; la parete è riccamente adornata da formazioni cristalline e, fra le lame della colata, si possono ammirare delle eccentriche. Dopo una decina di metri il cunicolo sbocca in una stanzetta larga circa 4m e riccamente concrezionata. La galleria si abbassa fino ad un'altezza di circa 1,2m, mantenendo pressochè costanti la sue dimensioni. Il pavimento, in leggera pendenza, è completamente ricoperto da uno strato di calcite nel quale si sono formate numerose vaschette, completamente asciutte, il cui fondo è ricoperto da finissimi ed appuntiti cristallini. Il centro del soffitto, dove la roccia non è stata ancora concrezionata, è solcato dal canale di volta che, verso la parte terminale della galleria, tende gradualmente a sparire. Ai lati pendono stupende stalattiti, completamente ricoperte da cristalli di calcite.
Gli ultimi 15m di galleria, nei quali la volta continua ad abbassarsi fino a trasformare la cavità in un cunicolo impraticabile, sono alquanto disagevoli da percorrere a causa del forte concrezionamento; in questa parte della cavità il suolo appare ricoperto da clasti di piccole dimensioni.

POSIZIONE PRECEDENTE: IGM 01°18'35"0 - 45°42'56"0 Q.280
CTR 13°45'44"7 - 45°43'02"3 Q.281
Rilievo Completo - Effettuato in data: 17-03-1985
Foto
Data dello scatto: 13-02-2015

Tipo inquadratura: Targhetta o numero identificativo

Autore foto: Gherlizza Franco

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Data dello scatto: 13-02-2015

Tipo inquadratura: Ingresso con numero identificativo

Autore foto: Gherlizza Franco

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Data dello scatto: 24-06-2012

Tipo inquadratura: Ingresso

Autore foto: Podgornik Ferruccio

Gruppo di appartenenza: CAT - Club Alpinistico Triestino

Data dello scatto: 11-01-2010

Tipo inquadratura: Interno

Autore foto: Maffei Maurizio

Gruppo di appartenenza: GSSG - Gruppo Speleologico S. Giusto

Descrizione inquadratura: La prima sala